Chiamaci: +385 51 232 016

I delfini tursiopi

DUPINI

Nelle acque di Cherso (Cres) e Lussino (Lošinj) l'entità della comunità di delfini tursiopi è stimata intorno ai 120 esemplari, la maggior parte dei quali è stata identificata grazie a specifici segni di riconoscimento come i tagli o le cicatrici sulla pinna dorsale, parte sempre visibile quando i delfini tursiopi emergono per respirare.

Nel 1987 un team dell’Istituto di ricerca “Tethys” ha iniziato una pluriennale campagna scientifica finalizzata allo studio degli aspetti biologici, ecologici e sociali della comunità dei delfini tursiopi che popolano il mare attorno alle isole di Cherso (Cres) e Lussino (Lošinj).  

Numerosi sono i pericoli che minacciano la comunità dei delfini tursiopi dell’arcipelago di Cherso e Lussino. Le imbarcazioni, che con il loro passaggio limitano la loro libertà di movimento, ed il frastuono dei motori, che disturbano la loro comunicazione e la loro capacità d’orientamento. Il delfino tursiope, seppure tra i più resistenti ed “adattabili” cetacei in natura, sta progressivamente scomparendo dai mari di tante regioni del mondo.  

FORSE NON TUTTI SANNO CHE…

Forse non tutti sanno che i delfini sono mammiferi proprio come noi. Sebbene per forma ed aspetto ricordino più i pesci, hanno mantenuto tutte le caratteristiche tipiche dei mammiferi terrestri (tranne il corpo coperto di peli!): sono animali a sangue caldo, respirano con i polmoni, e le femmine partoriscono i loro piccoli, che allattano sino allo svezzamento. I delfini tursiopi appartengono all’ordine dei cetacei (Cetacea) ed al sottordine dei cetacei dentati, o Odontoceti. Anche i cetacei che appartengono al sottordine dei Misticeti (Mysticeti), ossia quelli muniti di fanoni e non di denti veri e propri, e che, per questo motivo, si nutrono di plancton e pesce azzurro minuto, vengono saltuariamente avvistati nelle acque del mar Adriatico. Ora, tuttavia, ci occupiamo soltanto di quei cetacei che vivono permanentemente nel mare Adriatico. L’unica specie per la quale possiamo affermare con certezza che vive e si riproduce nelle acque del mare Adriatico è il delfino tursiope (Tursiops truncatus, in croato “dobri dupin”, ossia “delfino buono”), un tempo affiancato anche dal delfino comune (Delphinus delphis). A causa dell’abbattimento sistematico dei delfini comuni avvenuto nel nostro mare negli anni Cinquanta del secolo scorso, non c’è la certezza che essi vivano ancora nelle nostre acque come comunità, anche perché negli ultimi decenni il delfino comune è stato avvistato soltanto sporadicamente e mai in più esemplari. 

Come bevono i delfini tursiopi?
Sebbene vivano immersi nell’ambiente marino, essi non si dissetano bevendo acqua di mare. Soddisfano le loro esigenze, invece, sfruttando i liquidi contenuti nello loro prede. Inoltre, siccome la loro pelle, a differenza di quella umana, è completamente impermeabile, per vivere non necessitano di grandi quantità di acqua.

Vedono bene i delfini tursiopi?
Sapete, per averlo sperimentato chissà quante volte, che se aprire gli occhi sott’acqua, ciò che vedete non ha la stessa nitidezza di ciò che vedete fuori dall’acqua. Questo perché le lenti naturali dei nostri occhi (i cristallini) sono rigide. I delfini tursiopi, invece, sono dotati di cristallini flessibili e vedono ugualmente bene tanto sott’acqua, quanto in superficie. E poi sott’acqua si servono anche di un altro particolare sistema sensoriale simile all’ecoscandaglio (nel caso dei delfini si parla di ecolocalizzazione), che li aiuta ad orientarsi nello spazio subacqueo.

Quanto a lungo possono restare sott’acqua?
I delfini tursiopi possono trattenere il respiro a lungo, e ciò dipende dal motivo che li spinge a stare sott’acqua. Quando cacciano, ad esempio, possono trattenere il respiro per 3-4 minuti circa. Quando sono in pericolo, invece, possono restare sott’acqua addirittura per 6-7 minuti.

Quali profondità possono raggiungere i delfini tursiopi?
I delfini tursiopi sono ottimi subacquei, anche se non detengono il record di profondità. A seconda dell’area in cui vivono, s’’immergono a profondità che variano dai 40 ai 70 metri, ma possono immergersi fino a 300 metri di profondità.

Quanto dura la vita media di un delfino tursiope?
Anche se è difficile stabilire con certezza l’età esatta dei singoli esemplari, è noto che il delfino tursiope può vivere oltre i 50 anni. Come accade per tanti mammiferi, le femmine vivono in media più a lungo dei maschi. Nel loro habitat naturale si stima possano vivere mediamente un po’ oltre i 30 anni. 

Perché ci sembra che i delfini tursiopi siano sempre di buon umore?
Si ha l’impressione che i delfini tursiopi siano sempre di buon umore, felici e sempre pronti al gioco. Uno dei motivi è rappresentato dai loro salti e dalle loro acrobazie fuori dall’acqua, ma anche da quella loro strana smorfia sul loro volto che assomiglia ad un sorriso. La verità, invece, è che i delfini tursiopi non possono mai modificare l’espressione della loro bocca! Il loro volto, cioè, non cambia espressione a seconda del loro umore!

Come avviene l’allattamento dei piccoli delfini tursiopi?
Non sono i piccoli a succhiare il latte materno, ma è la mamma, invece, contraendo le ghiandole mammarie, ad iniettare il latte nella bocca del proprio piccolo. Per evitare che si mescoli all’acqua marina, il latte deve essere estremamente denso e grasso: esso contiene, infatti, il 14% di grassi, una quantità quattro volte superiore alla percentuale di grassi presente nel latte vaccino o umano.

ADOTTATE UN DELFINO

“Adottate un delfino” è una campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica che invita tutti noi ad aderire alle iniziative di tutela dei delfini. Ogni donatore-adottante a distanza riceverà il “Pacchetto dell’adottante” ed una rivista annuale intitolata “Akvamarin”. Desiderate adottare a distanza un delfino tursiope? Potete farlo durante il vostro soggiorno a Lussingrande (Veli Lošinj) oppure online sul sito  http://www.blue-world.org/en/about-us/

Il “Pacchetto dell’adottante”, che riceverete a adozione avvenuta, include: 
• un attestato d’adozione,
• simpatici segnalibri,
• il numero annuale della rivista “Akvamarin”,
• una brochure di presentazione del Progetto adriatico a tutela dei delfini tursiopi e
• una fotografia del delfino che avete adottato, corredata da un testo informativo

LA GIORNATA DEI DELFINI

Manifestazione nata nel 1993 a Lussingrande, la “Giornata dei delfini” che cade ogni anno il primo sabato del mese d’agosto e comprende una mostra dei lavori dei bambini allestita al centro di Lussingrande, giochi per bambini, una mostra fotografica, proiezioni di diapositive ed un concerto all'aperto. Ogni anno, in occasione della festa, vengono stampati opuscoli, poster e puzzle ispirati al tema della manifestazione ed una serie di nuove magliette dal design sempre nuovo ispirato ai delfini ed arricchite con messaggi educativi. Ogni anno la manifestazione richiama un gran numero di curiosi sia tra la popolazione locale, sia tra i turisti. 
 

 

 

 

 

Contatto

Aperto:

Marzo-Maggio dalle 9 alle 15/ chiuso domenica /
Giunio-Settembre dalle 9 alle 19 tutti i giorni

Indirizzo:

Puntarka nova d.o.o.
Nikole Tesle 17
HR - 51550 Mali Lošinj

Codice fiscale :

HR90627068602

ID code:

HR-B-51-040164898

Telefono :

+385 51 232 016

E-mail:

puntarka@ri.t-com.hr